Il Triumvirato e la ‘Terza Repubblica’: i precedenti – il Ristretto

triumvirato salvini di maio conte

Concedetemi una nota storica e certamente ottimista sull’attuale situazione italiana e sul cosidetto ‘Triumvirato’ Conte-Salvini-Di Maio.

In origine fu il ‘Primo Triumvirato’. Era il 60 avanti Cristo e l’allora Repubblica romana stentava a coniugare il proprio apparato statale con il nuovo orizzonte internazionale di Roma. Giulio Cesare, Gneo Pompeo e Marco Licinio Crasso strinsero un accordo personale di spartizione delle cariche repubblicane.

Finì in una Guerra Civile.

Cesare, vincitore, divenne ‘dictator‘, mettendo le basi per il successivo principato prima di venir ucciso. Pompeo, a lungo ‘l’uomo forte’ della Repubblica, venne sconfitto da Cesare, andò in esilio e morì, assassinato, in Egitto. Crasso, il terzo spesso dimenticato dalla storia, morì a Carre, in una delle più cocenti sconfitte dell’esercito romano.

Poco dopo arrivò il ‘Secondo Triumvirato’. Era il 43 avanti Cristo e l’allora Repubblica romana stentava a coniugare il proprio apparato statale con il nuovo orizzonte internazionale di Roma, ampliato dalla dittatura di Cesare. Gaio Ottaviano, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido stringono un’alleanza politica formale, riconosciuta dal Senato romano e che governerà Roma per dieci anni.

Finì in Guerra Civile.

Ottaviano divenne Augusto, primo ‘princeps‘ (de facto imperatore) di Roma. Marco Antonio, il quale aspirava alla monarchia, morì suicida in Egitto, il suo nome ‘dannato’ dal Senato. Il pontefice massimo Lepido cercò di fare il ‘garante’ dell’accordo fra Ottaviano e Marco Antonio, ma morì in esilio, dimenticato (soprattutto da noi).

Arriviamo così ai giorni nostri: il triumvirato della ‘Terza Repubblica’. Siamo nel 2018 e la Repubblica Italiana stenta a coniugare il proprio apparato statale (e politico, economico, culturale…) ai nuovi orizzonti internazionali che circondano Roma e l’Italia (vedi Unione Europea, crisi dei migranti, innovazione e competizione internazionale). Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle e Matteo Salvini della Lega stringono un’alleanza politica e raggiungono il governo del paese. A fare il ‘Garante’ di tale accordo, Marco Em… pardon, Giuseppe Conte.

Gli accordi sono semplici, Di Maio si occuperà di dare lavoro al popolo, Salvini di garantirne la sicurezza a fronte delle orde di ‘galeotti dalla Tunisia’ (Cartaginesi?). In mezzo, Conte, che nel suo discorso non parla di Scuola e Cultura, ma di Sport, perché, sembra dire Conte, ‘mens sana in corpore sano‘ costa meno e comunque ‘panem et circenses‘ al popolo!

Come finirà? E sopratutto, di chi ci dimenticheremo dei tre?

Post Scriptum: ci sarebbe anche il Triumvirato della Repubblica Romana, dove i più si ricordano di Giuseppe Mazzini, i più raffinati anche di Aurelio Saffi, ma ben pochi di Carlo Armellini (unico morto in esilio).

Il Ristretto è una rubrica di note ironiche e satiriche sugli eventi politici italiani, europei e mondiali. Un modo per ridere a denti stretti di quanto ci accade attorno.

Scrivo e mi diverto. Filippo Turati non è solo toponomastica, ma è stato uno dei più brillanti politici italiani. Se mi dicessero di votare ora, implorerei Odino di darmi il dono della preveggenza. Se mi chiedono di dove sono, sono nato lì, ma ho vissuto anche là e là, e anche laggiù, a volte dico che sono nato a Imperia, ma per sbaglio perchè sono di Genova. Se mi chiedono dove vivo, rispondo: fai tu, ma fra Berlino e Torino.

Lettore accanito, gamer per scelta e passione. Battlestar Galactica batte ogni serie televisiva (Star Trek compresA). Gra Jordan, Kobe e LeBron io scelgo Magic e i Lakers, SEMPRE. Come mi definirei? Un nerd con un dottorato in Archeologia che ha scelto di scrivere per passione.

Commenta!

avatar
  Subscribe  
Notificami