Il petrolio libico -Preparativi di guerra nel Baltico? – Il nuovo decreto Trump sull’immigrazione – il Ristretto del 8-3-2017

Simone Bonzano l'Opinione Leave a Comment

In Libia si riapre la battaglia per il controllo dei pozzi petroliferi fra il governo di Tobruk – e il suo “uomo forte” Khalifa Haftar – e i ribelli islamisti. Intanto nel Baltico si accrescono le tensioni e anche la neutrale Svezia intensifica le proprie attività militari a fianco della NATO, seguita dai paesi baltici, dalla Norvegia e dalla Polonia. Intanto Trump approva un nuovo decreto anti-immigrazione escludendo l’Iraq.

La Germania verso il riarmo – Trump verso l’impeachement? – Haftar, Putin ed il petrolio – il Ristretto del 23-2-2017

Simone Bonzano l'Opinione Leave a Comment

La Germania intende aumentare e migliorare le proprie forze armate diventando il punto di riferimento fra quest’ultime e gli eserciti dei paesi vicini: Olanda, Repubblica Ceca e Romania. In rete si scommette sul prossimo impeachment a Donald Trump, ma questo non è troppo lontano dal concretizzarsi. In Libia aumentano gli interessi russi a favore del Generale Haftar.

Trump, Incomincia per l’Europa il Momento più Difficile – il Caffè del 20-1-2017

Simone Bonzano il Caffè Leave a Comment

Alle 16:00, orario di Washington, del 20 gennaio è ufficialmente iniziato – con il giuramento sulla scalinata del Campidoglio – il mandato presidenziale di Donald Trump, il 45° presidente degli Stati Uniti

La NATO Dispiega le proprie Forze contro la Russia – il Caffè del 13-1-2017

Simone Bonzano il Caffè Leave a Comment

La NATO ha schierato ulteriori 3500 soldati , 87 carri armati e 144 veicoli corazzati statunitensi della cosidetta “Iron Brigade” in Polonia. Uomini e mezzi sono sbarcati martedì 10 Gennaio a Brema, in Germania per poi spostarsi verso est, arrivando in Polonia giovedì 12. Secondo quanto riportato dal Baltic Times. il vice-segretario della NATO Rose Gottemoeller, tale spiegamento è avvenuto all’interno dell’Operazione Atlantic Resolve cominciata nel 2014 come risposta all’intervento russo in Ucraina e su richiesta degli stati baltici, Lituania, Estonia e Lettonia.