Assassinato l'Ambasciatore Russo in Turchia - il Ristretto-Breaking News del 19-12-2016

19

L’ambasciatore russo in Turchia, Andrey G. Karlov, è stato ucciso con un colpo di pistola alla schiena questa mattina ad Ankara. L’attentato è stato compiuto dall'ufficiale di Polizia Mevlüt Mert Altıntaş, ventidue anni, durante l’apertura della mostra “La Russia vista dai Turchi” al Centro di Arti Contemporanee di Cankaya, un quartiere della capitale turca.

Secondo fonti della Associated Press, che cita uno dei fotografi presenti alla mostra, l’ambasciatore stava finendo il suo discorso di presentazione quando l’assassino, armato di una pistola, gli ha sparato. Secondo alcuni testimoni, citano le agenzie di stampa turche, l’attentatore avrebbe urlato"Allah è grande" e "non dimenticate Aleppo, non dimenticate la Siria". Altre fonti, citando alcuni testimoni, riportano anche frase "Noi moriamo in Siria, voi morite qui".

L'assassino è stato ucciso pochi minuti dopo in uno scontro a fuoco dalle Forze di Sicurezza turche. Immediata l'evacuazione dei feriti - tre - e del corpo dell'ambasciatore ferito a morte. Questo, nonostante la corsa in Ospedale, non è bastato per salvargli la vita: Karlov è stato dichiarato morto pochi minuti dopo il suo arrivo al Pronto Soccorso.

Nella notte la Polizia turca ha arrestato sei persone connesse con l'omicidio di Karlov.

L’attentato è successo in un momento particolare per le relazioni fra Russia e Turchia. I due paesi, tradizionalmente rivali, si sono recentemente avvicinati a seguito del fallito colpo di stato di Luglio contro il Presidente Erdoğan. Nonostante questo si trovano in Siria su due piani diversi: Mosca appoggia il governo di Damasco, Ankara i ribelli dell'Esercito Libero. La presa di Aleppo da parte dell'Esercito di Bashar al-Assad, impossibile senza l'appoggio russo, ha fatto infiammare gli animi, soprattutto per la crisi umanitaria che ha provocato e le notizie di massacri condotti dalle truppe siriane sui civili. Migliaia di Turchi hanno manifestato in questi giorni ad Ankara ed a Istanbul contro le rappresentanze diplomatiche russe, considerati dall'opinione pubblica, corresponsabili della crisi.

Proprio allo scopo di discutere della sorte di Aleppo e evacuazione dei suoi civili, domani il Ministro degli Esteri Mevlut Çavuşoğlu si sarebbe dovuto recare a Mosca per incontrarsi con i propri corrispettivi iraniani e russi.

Ancora non si sa se tale incontro verrà confermato.

Il Post è stato aggiornato:

- 3.01 confermata l'identità dell'attentatore (Anadolu Press)

- 11.07, arrestate sei persone connesso all'omicidio

photo credit: MacPepper Istanbul via photopin (license)

Attentato a Berlino, 12 Morti - il Ristretto-Breaking News del 20-12-2016

La Chimera della Legittimazione Popolare - il Caffè del 14-12-2016