Creare un’alternativa per il paese: Liberi Oltre a Sesto San Giovanni

Liberi Oltre, Michele Boldrin, Milano, Sesto San Giovanni, Elsa Fornero

LIberi Oltre le Illusioni: cambiare l’Italia è possibile, ma bisogna partire dalle basi e lottare contro le fake news politico-economiche.

In diretta da Sesto San Giovanni, sede della due giorni di politica ed economia “Liberi, Oltre le Illusioni”, il live blog del Caffè e l’Opinione. Aggiorneremo questo post ogni due ore alla fine di ogni sessione della kermesse. Per gli interessati – in fondo è sabato, potete godervi dei video con dei dati veri dopo anni e anni di talk-show fatti di urla, opinioni errate e cifre date a caso, trovate fissato in alto lo streaming YouTube della kermesse. Il Caffè e l’Opinione seguirà l’evento in live tweeting anche dall’account Twitter @caffeopinione.


Menù

Le sessioni:

Appunti da Liberi Oltre:


La chiaccherata della Domenica

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Renato Cifarelli, imprenditore e voce di I Conti della Belva, Alfonso Fuggetta, Politecnico di Milano, parlano con Michele Boldrin, Thomas Manfredi, Costantino De Blasi e Gianluca Codagnone del grande problema dell’economia reale del paese: la stagnazione/calo della produttività in Italia, dei suoi effetti sulla vita delle aziende italiane, le conseguenze per i salari dei lavoratori e soluzioni per risolverlo. Uno su tutti: la formazione.


Mercato del Lavoro con Elsa Fornero

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

La professoressa Elsa Fornero – a cui è stato tributato un caldo e sentito applauso – Giovanni Mastrobuoni, collegio Carlo Alberto, e Francesco Filuppucci discutono con Thomas Manfredi sul tema del mercato del lavoro giovanile in Italia, dove l’italia vive tassi di disoccupazione superiore 30%, tassi di occupazione fra i più bassi dell’Unione Europea e salari di ingresso bassissimi che diventano disagio sociale e generano la migrazione giovanile.



Banca e Finanza

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Mario Seminerio, investitore istituzionale, Giorgo De Santis, hedge funder, Massimo Famularo, investitore in crediti deteriorati, discutono con Gianluca Codagnone su cosa servano le banche in Europa e su come debiti sovrani – e il deteriorarmento degli stessi finiscono sulle banche.


Ecologia e Mercato

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Marco Cappato dei Radicali Italiani, Giulia Gitti dell’associazione Tortuga, Carlo Stagnaro dell’Istituto Bruno Leoni discutono con Costantino De Blasi del tema del cambiamento cliamatico e come affrontarlo pragmaticamente senza fermare il processo di crescita: la Green Growth.


Mezzogiorno e Crescita

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Il profesore Giovanni Federico, università di Pisa, il professore Francesco Aiello, università di Cosenza, Carmelo Chines, imprenditore farmaceutico, parlano di Mezzogiorno e Crescita assieme a Michele Boldrin. Una rassegna storica sul tema del sud Italia e la sua crescita sia dal punto di vista storico che imprenditoriale in contrapposizione della propaganda neoborbonica.


Commento finale dell’autore

Permettetemi, a conclusioni di un convegno onestamente magnifico, di applaudire a nome del blog gli organizzatori, lo staff, tutti i panelist e lo stesso pubblico di Liberi Oltre. Si è trattato di un convegno stupendo, perfettamente organizzato e che ha permesso, a chi vi scrive, di tornare a casa con la consapevolezza di sapere di più e di essere parte di qualcosa che sta cercando di cambiare il paese al di fuori dei partiti e di farlo con qualcosa che manca in questo paese: la competenza.

La due giorni è stata densa perché non ci sono stati solo i panel, ma la voglia di discutere sui temi del convegno si traduceva in capannelli di persone nei momenti di pausa, in sessioni di domande che andavano ben oltre la mezzora di pausa fra una sessione e l’altra. Fra chi partecipava, poi, era palpabile la voglia di volersi conoscere e parlare: una specie di ribellione di chi è costretto ogni giorno a combattere contro le Fake News. Personalmente ho conosciuto persone che realmente vorrebbero fare qualcosa per il paese siano essi accademici, professionisti, imprenditori, sindacalisti, investitori o semplici studenti.

Liberi Oltre è, per il Caffè e l’Opinione, un vero patrimonio pubblico e per questo cercherò di pubblicare ogni sessione in un articolo a sé stante. Voglio lasciarvi con una suggestione che ho postato su Twitter durante la chiccherata domenicale e che, secondo me, traduce l’intera kermesse:

“un concetto che emerge dalla chiaccherata della domenica di : le migliori aziende sono quelle che spendono di più in materia di formazione dei lavoratori e loro stipendi,  in barba a chi dice che  il cosidetto “partito del PIL” vorrebbe un popolo di lavoratori sotto pagati e ignoranti”.

Alla prossima



Liberi Oltre le illusioni

Uno dei quesiti principali che il Caffè e l’Opinione riceve sui social o personalmente, è se esista o meno un’alternativa credibile al quadro governativo italiano di oggi. La risposta – mi perdone.

ranno i supporter del PD – è no, non esiste perché il problema del paese non si limita al razzismo di Salvini o la palese incompentenza di Castelli, Di Maio, Toninelli. Il problema, nel 2019 come nel 2009 o nel 1999, è strutturale e culturale.

In Italia manca un progetto di ammodernamento dello Stato e del suo sistema produttivo/economico, manca una visione pragmatica della collocazione dell’Italia nel quadro politico mondiale e nel network commerciale globale. Manca, inoltre, una classe dirigente con il coraggio di spiegare agli italiani cosa fare e non di tirare a campare sovrastati da quella onnipresente spada di Damocle chiamata “consenso elettorale”. Manca, soprattutto, l’ambito culturale ed il consenso sociale per farlo, perché mancano in gran parte le necessarie basi di economia e politica per capire cosa sia una fake news e cosa no.

Per questo discutere se sia meglio il governo Salvimaio o il Zingamaio o un Cottarelli di unità nazionale equivale a discettare di lana caprina. Prima di pensare chi e come governerà, serve ricostruire concetti come realtà e pragmatismo da oppore alla narrazione politica attuale fatto di slogan come “il paese oppresso ed umiliato dalla globalizzazione, dall’euro, dall’Europa, etc.”. Quello che manca nel panorama politico nazionale, esiste però, in nuce, nel web fra centinaia di account Twitter, Facebook e YouTube dove, negli ultimi anni, professionisti, accademici e semplici divulgatori (e anche qualche blogger) si sono ritrovati ad essere opposizione culturale.

La lista dei nomi è lunga e molti dei lettori del blog li avranno già sentiti nominare su queste pagine. Fra tutti, Liberi, Oltre le Illusioni, il progetto culturale nato dall’impegno di Michele Boldrin (Professore di Economia a Washington University in St Louis), Gianluca Codagnone (Managing Director di Fidentiis Equities), Costantino De Blasi (Re Value srl), Thomas Manfredi (analista OECD-OCSE).


“Lo abbiamo fatto” spiega Michele Boldrin al Sole 24 Ore “in nome della responsabilità personale: da mesi, ogni settimana, mettiamo a disposizione tempo e competenze per spiegare, chiarire e analizzare, cercando di raggiungere soprattutto i meno esperti, le avventurose dichiarazioni dei politici e le “notizie” (spesso alterate rispetto ai fatti avvenuti) che appaiono sui media a proposito di economia e politica”. “Dai minibot” contiua “al contenuto del Def, dalle previsioni congiunturali al reddito di cittadinanza, dalla flat tax alle cassette di sicurezza, quella che ormai è diventata una sorta di contro-informazione via YouTube tocca tutti i temi oggetto di manipolazione politica”.

Liberi, Oltre le illusioni lancia il suo primo live event al Grand Hotel di Villa Torretta a Sesto San Giovanni con una due giorni (22/23 giugno) di conferenze e appuntamenti.

Oltre 40 gli  ospiti (trovate il programma qui),professori universitari, amministratori delegati, tributaristi, avvocati, magistrati, economisti, investment bankers, imprenditori, tra i quali Mario Seminerio, Marco Cappato, Sandro Brusco, Dario Stevanato, Riccardo Puglisi, Alberto Bisin, Elsa Fornero e tanti altri.

 

Credits immagine: opera derivata diffusa sotto “Fair Use” (Freibenutzung) – quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale


Il caffè e l’Opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *