Speciale Elezioni 2017: Francia, Germania e Italia – il Caffè del 10-4-2017

Francia, Germania ed Italia, sono questi i tre grandi test di un’Unione Europea che tenta di resistere al populismo. Il 23 aprile si terranno le presidenziali francesi con lo scontro fra la destra euroscettica di Marine Le Pen e il candidato europeista Emmanuel Macron. Le sfide politiche del continente non finiscono qui, a settembre si terranno le elezioni in Germania e – forse – in Italia.

Theresa May ed il fronte interno della Brexit – Il Caffè del 6-4-2017

Una lettera firmata da Theresa May ed indirizzata al Presidente della Commissione Europea Donald Tusk è quello che è servito per invocare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona che regola il processo di uscita dall’UE. Un’intera carriera politica ed il futuro della Gran Bretagna, messe in gioco nei fogli di due lettere e quello che rappresentano: l’abbandono da parte del Regno Unito dell’Unione Europea.

Brexit: cosa vogliono i partner europei – il Caffè del 31-3-2017

Inizia la Brexit e mentre il Regno Unito affronta i suoi problemi interni, i 27 paesi membri rimanenti si apprestano ad affrontare la loro trattativa più difficile. Spingere per la Hard-Brexit rischiando il nulla di fatto, o cercare un compromesso che metta in crisi la coesione dell’Unione? Questo il dilemma che accompagnerà le trattative per i prossimi due anni.

Speciale Elezioni 2017: il voto pro-Europa dell’Olanda – il Caffè del 16-3-2017

Il populista euroscettico Geert Wilders aumenta – di poco – il proprio contingente parlamentare, ma i veri vincitori delle elezioni olandesi sono i partiti pro-europa, in particolare la Sinistra Verde che potrebbe entrare nel prossimo governo liberale. Frana lo storico Partito Laburista e mentre ancora imperversa la crisi diplomatica con la Turchia, alla Tweede Kamer arriva anche DENK, partito progressista, pro-europa ed anti-razzismo fondato da due politici di origine turca.

Geert Wilders, la Nexit ed i tanti paradossi delle elezioni olandesi – il Caffè del 6-3-2017

Geert Wilders è a capo di un partito virtuale, appare raramente in pubblico, comunica mediante Twitter, predica l’uscita dall’Unione Europea e di proibire il Corano. Personaggio mediatico, definito il prototipo del politico populista, la sua vittoria alle prossime elezioni del 15 marzo non si misurerà nei consensi, ma in come è riuscito a cambiare la scena politica olandese.

Rifugiati: la fine dell’utopia tedesca? – il Caffè del 2-3-2017

Per due anni il tema dell’accoglienza agli immigrati in Germania ha diviso l’opinione pubblica. Quella che era l’utopia dello stato accogliente si sta riversando sulla politica in forma di un populismo strisciante che denuncia l’aumento della criminalità e professa la  “guerra all’Islam“. Mentre i dati presentati lunedì dalla polizia federale certificano l’aumento della violenza sui migranti, l’accoglienza ai rifugiati diventa il fulcro della battaglia politica nazionale.

L’attacco della CDU a Schulz, per Schäuble, “il Trump tedesco” – il Caffè del 16-2-2017

Esplode la campagna elettorale in Germania anche se mancano sette mesi alla elezioni, fissate per il 24 settembre. Dopo la rapida scalata della SPD nei sondaggi che minaccia la quarta vittoria di Angela Merkel, la CDU lancia l’offensiva contro il candidato socialdemocratico Martin Schultz: sotto accusa eventuali favoritismi fatti dall’allora Presidente del Parlamento Europeo ai suoi collaboratori.

L’Ideologia al Potere: il Decreto sui Rifugiati, Trump e Bannon – il Caffè del 31-1-2017

Venerdì 27 gennaio con un veloce colpo di penna al Pentagono, il Presidente Trump ha firmato l’ordine esecutivo che blocca temporaneamente l’arrivo di immigrati e rifugiati negli Stati Uniti. Un provvedimento annunciato in campagna elettorale che ha esposto il Presidente alla più grande crisi nazionale ed internazionale della recente storia oltre a far confermare il potere del suo principale consigliere: Steve Bannon.